venerdì, 31 agosto 2018
ALBOROSIE + Galup

@ PARCO TITTONI - DESIO

ALBOROSIE + Galup

Alborosie, il cui vero nome è Alberto D’Ascola, è nato a Marsala, Sicilia. Durante l’adolescenza trascorsa a Milano, fa parte di diversi gruppi per poi unirsi ai ‘Reggae National Tickets’, che girano regolarmente l’Europa in tour nella seconda metà degli anni 90. Un giorno, quando la band viene invitata a suonare in Giamaica, Alborosie, ispirato dagli eventi, decide di lasciare il gruppo e cambiare la sua vita. Ben presto si ritrova a vivere in Giamaica e a lavorare come ingegnere ai Gee Studios di Portland, dove si trova a contatto con molti notevoli artisti giamaicani e non solo. Da appassionato studioso di musica giamaicana è affascinato dalle tecniche di registrazione analogiche e impara a suonare diversi strumenti (come chitarra, basso e tastiere).

Oggi il suo Shengen Studio i piedi delle colline di Kingston, contiene apparecchiature un tempo appartenute a personaggi come King Tubby e Coxsone Dodd. E’ qui che Alborosie si immerge nel passato della musica reggae e crea l’essenza del suo sound rivoluzionario: per questo motivo rappresenta la nuova entusiasmante era del reggae.

Alborosie ha prodotto un buon numero di album acclamati dalla critica: non solo ‘Soul Pirate’, disco di debutto, ma anche ‘Escape To Babylon’ (2009), ‘2 Times Revolution’ (2011), ‘Sound The System’ e ‘Dub The System’ (2013), ‘Alborosie Meets King Jammy -Dub Of Thrones’ (2015) e infine ‘Freedom & Fyah’.

Opening Galup Galup, nome d’arte di Alberto Galuppini, nasce il 6 Marzo 1992 a Montichiari (BS) e si avvicina al mondo della musica nel 2009 anche grazie al supporto del produttore Marco Garda (DJbeat Studio). Appassionato di reggae, Galup sperimenta subito lo stile vocale vibrato classico del reggae roots e nel 2010 pubblica un mixtape registrato su riddim giamaicani, Rataparadise. Da qui fino al 2012, si esibisce dal vivo in tutto il nord Italia e lavora e collabora con Mr Rain, Osso e Stefano Ferrari (DjFerry, Karma Recordz) fondendo il reggae con l’hip hop e la dance hall. La contaminazione musicale si piazza subito al primo posto della sua concezione artistica.






Assomusica    Live Club